Il gioco sta per avere inizio. Il viaggiatore oscuro ha intrapreso il suo cammino


«I suoi passi risuonano come lugubri rintocchi di campane in un funerale. 
La sua presenza è invisibile, astratta, nessuno lo guarda, nessuno sa il suo nome. Il suo volto sembra innocente, ma la sua vera natura è malvagia e le sue mani insanguinate lasciano delle impronte indelebili dentro l'anima. Al suo passaggio la terra marcisce e i cieli si oscurano. Al suo passaggio la morte rinasce e la vita esala il suo ultimo respiro.»

Signore e signori, vi presento il protagonista indiscusso del romanzo d'esordio di Giuseppe Guerrera: colui che nessuno conosce, la cui identità viene celata dietro una maschera bianca, un volto non volto, incorniciato da un cappuccio nero.
È uno, sono tanti, non si riesce a comprendere...
L'unica cosa che Tyler sa, è che il gioco è ormai iniziato e non può più tirarsi indietro se vuole salvare Sarah, la sua amata. 

«Ero rimasto a piedi. La macchina mi aveva abbandonato nel bel mezzo del viaggio verso Coldland. [...] Presi il cellulare e, come sospettavo, non c'era campo. [...] Era anche buio. Guardai l'orologio e segnava le dieci e venti.»

È Tyler a raccontare la vicenda in prima persona dal momento in cui, solo, si trova a vagare per un bosco in piena notte alla ricerca di un riparo, alla fine, sempre che si possa dire che ci sia una fine a questa cupa vicenda.
Cammina nella boscaglia, Tyler, fino a quando, in lontananza, scorge un'abitazione: la casa di un falegname, Philip, questo è il suo nome.
L'ospite gli propone di restare ed egli accetta preparandosi a trascorrere la notte; c'è qualcosa di sinistro in quella casa. 
Quando si sveglia, nell'oscurità più assoluta, si trova davanti agli occhi una scena raccapricciante: Philip è a terra immerso in una pozza di sangue con la testa spaccata in due da un'ascia che, poco prima, si trovava in un angolo dell'abitazione.
Qualcuno è entrato e ha ucciso a sangue freddo quell'uomo!
È piena notte e l'unica cosa che Tyler può fare, è correre, correre a perdifiato tra il fitto del bosco fino a raggiungere la strada. Ma è ormai troppo tardi e, inconsapevole, egli è già un burattino nelle mani del misterioso viaggiatore oscuro.
Ciò che segue è follia, struggente malinconia, terrore, angoscia.
Il ritmo della narrazione segue le pulsazioni di Tyler, fino alla resa dei conti, fino al momento in cui il viaggiatore oscuro decide di togliersi la maschera e mostrare il proprio volto.
Tyler è un protagonista debole, vittima della malinconia, dell'amore, della rabbia: è un essere umano a tutti gli effetti.
Non posso dirvi altro di questa travolgente vicenda che saprà catturarvi e non vi lascerà più andare, nemmeno quando avrete finalmente letto la parola fine perché non c'è una fine a questo romanzo che ti penetra, ti angoscia, ti entra sotto la pelle e continua a darti il tormento per giorni.
Credo che Il viaggiatore oscuro di Guerrera sia un romanzo perfettamente riuscito nel suo intento di coinvolgere il lettore portandolo a immedesimarsi con Tyler fino a raggiungere la completa identificazione e arrivare a condividerne la follia in un climax sempre crescente.
In più, non contento di aver creato dei personaggi e un'ambientazione perfettamente verosimili, Guerrera decide di seminare colpi di scena un po' ovunque – questo trucco funziona a meraviglia per mantenere alto il tasso di adrenalina – conservando, solo per il finale, la rivelazione più inquietante e totalmente inaspettata.
Poi tutto sembra tornale alla normalità, eppure qualcosa non quadra e, piano piano, ci si rende conto che realtà e finzione sembrano essersi fuse in una delirante e distorta percezione del mondo intorno a noi, intono a lui e a tutte le altre persone – vittime e carnefici – che compaiono e scompaiono nella narrazione, come fossero inquietanti presenze soprannaturali.
Il viaggiatore oscuro ha ormai iniziato il suo gioco e non vale la pena scappare perché vi troverà: l'unica soluzione è partecipare allo spettacolo.

Fine

Link di riferimento per approfondire:
Per acquistare il libro
Intervista a Giuseppe Guerrera
Book Trailer
Sito Ufficiale WritersEditor

Post più popolari