Quando l'unico modo per sopravvivere è sognare una condizione migliore

Finalmente l'ho letto e devo dire che, come primo approccio alla scrittura del grande autore americano, Uomini e topi è stata una lettura interessante e sconvolgente allo stesso tempo. La scrittura è infatti forte e penetrante nella sua semplicità di dialoghi brevi e ingenui.
Pensato e realizzato per un pubblico poco colto di fine anni Trenta, questo capolavoro della letteratura americana, narra un breve episodio di vita di due lavoratori - George e Lennie - in costante ricerca di impiego da una ranch all'altro lungo tutta la California. Nello specifico i due si ritrovano a prestare servizio in una tenuta qualche miglio a sud di Soledad, circondati da curiosi e scontrosi compagni, un acido padrone e una donna assai provocante che sembra aver scritto in fronte Io porto solo guai! E, in effetti, l'ingenuo e materiale Lennie di guai ne combina in sequenza; uno dopo l'altro, non c'è tregua a questa tragica catena di involontari errori che il manesco gigante buono continua a collezionare a discapito suo e dell'amorevole compagno George. 
Lennie in fondo, non vuole fare del male, ma non riesce a resistere alla tentazione di accarezzare ripetutamente le morbide pellicce dei topi o dei cagnolini, le pregiate sete di un prezioso abito o i morbidi e lunghi capelli di una bella signora. Lennie non vuole causare danno alcuno, bensì dedicarsi unicamente ai suoi conigli, quelli che George gli avrebbe concesso di curare nel momento in cui avrebbero potuto permettersi di costruire una ranch tutto loro. 
Ora, come si fa a non provare un'infinita tenerezza per questo bambino un tantino cresciuto?! 
La sua innocenza è commovente e disarmante, esattamente come straziante è l'affetto provato dal compagno George nei sui confronti, fino al compimento del gesto ultimo, segno di un amore oltre ogni limite reso magistralmente dall'autore in un ultima solenne scena. 
Uomini e topi di John Steinbeck - edito da Bompiani - è un testo breve (non sono che 117 pagine!) dotato di una potenza più unica che rara espressa attraverso una scrittura e una struttura tanto semplici quanto efficaci arrivando, a mio parere, a realizzare in pieno il proprio intento di giungere sino negli spazi più reconditi della mente dei lettori dell'epoca e, perché no, anche nella mente e nel cuore di tutti coloro - abitanti del 2017 - che avranno la pazienza di comprenderne l'importante insegnamento.

Post più popolari